Vai al contenuto

Piano di emergenza

La Pubblica Amministrazione del Comune di Corato al fine di individuare rischi e cause di probabili eventi calamitosi in una determinata area, rimuoverne e ridurne gli effetti, soccorrere le popolazioni colpite da calamità, attuare le iniziative necessarie per la ricostruzione delle strutture urbane danneggiate o distrutte e ripristinare il tessuto socio, economico ed ambientale compromesso, nel convincimento che la pianificazione sia lo strumento fondamentale in grado di prevenire e fronteggiare il rischio di eventi calamitosi nelle sue diverse tipologie, in sinergia con l’Ufficio Comunale Permanente di Protezione Civile, con delibera di G.M. n. 82 del 26.03.2002 ha approvato il Piano Comunale di Protezione Civile (revisionato con questa nuova edizione) e con delibera di G.M. n. 264 del 10.12.2004 ha costituito il C. O. C. (Centro Operativo Comunale) di Protezione Civile e la contestuale nomina dei responsabili delle 9 (nove) funzioni di supporto.

Detto Piano è propedeutico alla valutazione dei rischi preventivabili e delle emergenze che possono interessare il territorio del Comune di Corato onde adottare tutti quei provvedimenti di prevenzione utili ad eliminare i rischi e/o ridurne gli effetti. La Pubblica Amministrazione ravvisando, altresì, alla luce delle ultime normative e delle recenti emergenze verificatisi, la necessità di effettuare una revisione dello stesso piano, ha ritenuto revisionare e rielaborare lo stesso Piano con lo scopo di fornire al Comune e conseguenzialmente alla cittadinanza uno strumento operativo aggiornato ed utile a fronteggiare i rischi e le emergenze locali, conseguenti al verificarsi di eventi naturali o connessi con l'attività dell'uomo. Per la revisione del piano si è fatto riferimento al metodo ”AUGUSTUS ”.

Il lavoro non deve essere considerato esaustivo della problematica Protezione Civile, in quanto trattasi di pianificazione generale cui devono seguire obbligatoriamente la fase attuativa della programmazione e, conseguentemente, l’aggiornamento dei dati e le esercitazioni che hanno lo scopo di formare e preparare la popolazione in casi di emergenze.
E’ necessario sottolineare che nel Piano Comunale di Protezione Civile ci si riferisce ad eventi che per loro natura ed estensione possono essere contrastati mediante interventi attuabili autonomamente dal Comune, con l’eventuale supporto di enti e organizzazioni esterni. Per i casi di più rilevante dimensione, il Piano rappresenta lo strumento di primo intervento e di prima gestione dell’emergenza sapendo che servirà poi il supporto dei soggetti che operano a livello regionale o nazionale.
Va inoltre sottolineato il fatto che gran parte dell’elaborazione del Piano e della sua revisione è avvenuta attraverso l’utilizzo delle professionalità e delle competenze presenti nell'Area della Polizia Locale del Comune ed in particolare di quelle del Servizio Protezione Civile.

L’obiettivo perseguito nella stesura del presente Piano è stato quello di creare uno strumento di gestione dell’emergenza estremamente pratico partendo dai dati sul territorio, e soprattutto dalle esperienze maturate negli ultimi anni dalla struttura comunale di protezione civile. Tale struttura è infatti cresciuta rapidamente dotandosi di regolamenti e procedure e rispondendo a diverse situazione di crisi. L’obiettivo della pianificazione è stato quello di ottimizzare l’organizzazione della risposta in quanto a tempi e modi, senza ingessarla, andando talvolta semplicemente a trascrivere e formalizzare meccanismi funzionanti da tempo, ma mai codificati, anche in relazione ai diversi soggetti coinvolti e al relativo processo di allertamento e attivazione. Il Piano è stato impostato, anche da un punto di vista linguistico e grafico, secondo criteri di facile comprensione del testo, praticità e versatilità nella consultazione, in modo tale da poter disporre di un vero e proprio strumento di lavoro utilizzabile in qualsiasi situazione.
Il Piano di protezione civile vigente è composto dei seguenti elaborati:

Relazioni

Piano comunale di protezione civile

Allegati cartografici

1. Carta tecnica regionale di delimitazione del territorio di Corato
2. Carta IGM territorio Comune di Corato
3. Carta di delimitazione del territorio comunale su ortofoto
4. Carta del centro abitato con l'indicazione delle aree di emergenza
5. Cartografia AdB aree a pericolosità idrogeologica ed idraulica
6. Carta della rete viaria principale
7. Atlante aree di interfaccia A.I.B. esposte al rischio (consultabile c/o Ufficio Comunale di Protezione Civile)
8. Mappa del patrimonio forestale
9. Mappa delle aree interessate da incendi boschivi

Accessibility